TERAPIA DEL DOLORE


lupo albertoNell’Ambulatorio Veterinario del Dottor Emanuele Peccioli la terapia del dolore viene effettuata durante tutta la chirurgia, nelle ore immediatamente successive ad essa e almeno nelle 48 ore seguenti o prolungata in caso di necessità.

Durante gli interventi chirurgici o gli esami diagnostici il nostro amico peloso può avere dolore associato a danno tissutale reale o potenziale. Il dolore provoca una sofferenza completamente inutile per il paziente e questo può scatenare stress e ansia, aggressività, con tendenza all’autotraumatismo, ad alimentarsi di meno e prolungare così il periodo legato alla ripresa totale.

In alcuni casi si può arrivare a nullificare l’intervento stesso per l’autotraumatismo che l’animale si provoca. Non è sempre facile valutare il dolore nei piccoli animali, tendenzialmente si prendono in considerazione parametri di tipo comportamentale quali vocalizzazioni, anche se non tutti si lamentano,molti soffrono in silenzio. Alterazioni nei movimenti o espressioni del muso, la salivazione, la rigidità degli arti e la variazione nelle abitudine escretorie, il fare la pipì e la cacca. Nel gatto il segno più evidente è la mancanza della toelettatura, i cani da caccia sono particolarmente stoici e raramente esibiscono segni riferibili al dolore.

Per prevenire e cercare di limitare il più possibile il dolore ai nostri amici è necessario l’uso contemporaneo di più farmaci antidolorifici e durante l’anestesia utilizzare tecniche anche di tipo locale da associare all’anestesia sistemica. Durante l’intervento è sempre presente un’anestesista che segue in ogni momento e modula farmacologicamente la risposta al dolore del paziente. Ogni operazione è pensata e realizzata sul singolo soggetto per offrire il massimo in un momento comunque critico.

Nel post operatorio per alcuni giorni è sempre consigliabile la somministrazione di prodotti che controllino il più possibile la risposta algica del paziente.